Modern Jazz Quartet - Pyramid

Modern Jazz Quartet - Pyramid
Codice: CAN-MA036
Genere Jazz
Registrazione Analogica
Anno 1960
Durata 37 minuti
Sorgente 2 Track - Atlantic Records

Questa è una forte registrazione del Modern Jazz Quartet , con versioni rivisitate di "Vendome" di John Lewis , "Piramide" di Ray Brown, "Romaine" di Jim Hall e il famoso "Django" di Lewis, e una amalgama tra "How High the Moon" e "It Don't Mean a Thing".
La MJQ diventa un'istituzione di jazz in quel periodo, nonostante questo ma non ha mai perso il lato creativo e anche le prestazioni sui remake sono stimolanti, entusiasmantii e fresche.
La MJQ fu un gruppo musicale jazz fondato nel 1952 da Milt Jackson (vibrafono), John Lewis (pianoforte e direzione musicale), Percy Heath (contrabbasso) e Kenny Clarke (batteria). Clarke fu sostituito da Connie Kay nel 1955. Il gruppo ebbe occasione di esprimersi in diversi stili (bebop, cool jazz, third stream) ma il suo tratto distintivo era lo stile contrappuntistico e classicheggiante di brani come Vendome e Fontessa. Per questo motivo, per le dichiarazioni in proposito di Lewis, e per la loro preferenza per uno stile di presentazione molto formale (la MJQ si esibiva in frac in sale da concerto tradizionali), i componenti del quartetto furono spesso accusati di voler piegare il jazz ad uno stile "bianco", essenzialmente non-jazz.